lunedì 22 settembre 2008

Con il vento a favore

di Francesca Sensi

Vento favorevole per la giornata di scacchi vela: venti nodi di energia.
Entusiasmante regata in combinata con gli scacchi.
E dopo cook and sail, golf e vela, ha preso il suo battesimo ieri allo Yacht Club di Punta Ala anche la combinata dello sport di mare, attivo e dinamico, all'aria aperta per antonomasia, con quello più sedentario, eppure intenso e creativo degli scacchi. (Sposored by Banca Sara).

C'eravamo tutti: grandi e piccini, maestri e dilettanti, armatori e timonieri.
Un vero insieme fatto di gente che ha voglia di sfidarsi, di conoscersi, di mettersi in gioco con lo spirito da competizione, quello giusto, quello sano, che alimenta il desiderio di migliorarsi, di conoscere cose nuove.

È stato un piacere per gli occhi in quel verde ombroso della costa toscana in quel piccolo angolo di paradiso che apre lo scenario all’Elba, a Montecristo e all'isolotto di Troia.
È stato un piacere per le mie orecchie che hanno appreso il senso di ammaina, scotta del fiocco, randa, metti in chiaro la cima, e poi il fianchetto di donna, l'arrocco lungo, la difesa slava, l'apertura inglese, lo stallo.

Io mi sono proprio divertita!
Ne facciamo un'altra?

1 commento:

Francesco dal Dragone ha detto...

Ciao,
che ne pensate del sistema di handicap adottato nel torneo Scacchi e vela?
Secondo me andrebbe adottato anche nel torneo delle società di contrada.